Presentazione libro d’artista “OMBRE” di Roberto Paci Dalò, dedicato alla collezione della Galleria

18.10.2019 h 17:30—19:30

Eventi

 

 

Venerdì 18 ottobre 2019, ore 17.30

Sala didattica 3° piano, Galleria Nazionale dell'Umbria 

 

Presentazione del libro d'artista “OMBRE” di Roberto Paci Dalò

dedicato alla collezione della Galleria Nazionale dell’Umbria

 

“Ombre”, il primo libro d’artista ispirato al prezioso patrimonio custodito nella Galleria Nazionale dell’Umbria, firmato dal poliedrico artista visivo, musicista e regista Roberto Paci Dalò, vede la luce per le edizioni Quodlibet e verrà presentato venerdì 18 ottobre 2019 ore 17.30.

“Ombre” riproduce in anastatica il taccuino originale dell’autore, realizzato con materiali poveri (carta, inchiostro, matita, acquerello) nel corso di alcuni mesi di esplorazione tra le opere di Duccio, Piero, Perugino, Pinturicchio e tanti altri.

Il libro è un’avventura scritta e disegnata viaggiando nel dettaglio per attraversare lo spazio e i tempi della Galleria e della sua collezione unica in Italia; una narrazione che talvolta si intreccia alla vita della città, facendo comparire così persone come Aldo Capitini e Gerardo Dottori.

 

Il progetto è nato nella scia delle celebrazioni per il centenario della Galleria (1918-2018): “Un museo che nasce in tempo di guerra – dichiara Paci Dalò, riminese classe 1962 – è già un'azione eclatante di grande valore simbolico; da solo questo elemento è già materiale scatenante per una narrazione. Qui poi ho scoperto che un tempo abitava anche Aldo Capitini, ed è stato lui a farmi pensare a un modo “francescano” di affrontare un moloch come è questa collezione...”. “Ripensando alla lezione di Daniel Arasse, ho deciso di concentrarmi su dettagli, figure in miniatura e marginali, cartigli. Materiali che talvolta passano inosservati”.

 

Alla presentazione presso la sala didattica del 3° piano, oltre all’autore, prenderà parte anche Cristina Galassi, Professore Associato di Storia della Critica d'Arte e Direttore del CAMS (Centro di Ateneo Musei Scientifici) dell'Università degli Studi di Perugia, la quale presenterà una parte dei “quaderni di viaggio” di Giovanni Battista Cavalcaselle (1819-1897). I suoi taccuini, oltre a rivestire un ruolo importantissimo per la moderna storia dell’arte, possono essere considerati di fatto precursori dei libri d’arte: il celebre storico e critico d’arte fu incaricato, all’indomani dell’Unità d’Italia, di redigere un censimento sistematico di tutte le opere d’arte di proprietà ecclesiastica statizzate in Umbria e nelle Marche, molte delle quali poi confluite nella Pinacoteca civica a Perugia, divenuta statale, appunto, nel 1917.

Come d’abitudine Cavalcaselle nel visitare chiese, pinacoteche pubbliche e private, palazzi e conventi, riportava in schizzi opere d’arte all’epoca inedite, cogliendo le caratteristiche di ogni autore e aggiungendo personali memoranda. “Poverissimo, percorse spesso a piedi quasi tutta l’Europa, Musei, Gallerie pubbliche e private, Chiese, analizzando dipinti stranieri (fiamminghi, olandesi, spagnoli, francesi e tedeschi) e italiani dal sec. XIII al pieno Cinquecento”.
Il parallelismo tra Cavalcaselle e Paci Dalò, moderno interprete di un itinerario culturale tracciato a matita su un taccuino da viaggio come ai tempi del Grand Tour, costituisce quindi il filo rosso che collega gli interventi della giornata.

 

La presentazione si concluderà con la visita ad alcune opere del percorso espositivo della Galleria Nazionale dell’Umbria che hanno ispirato la personale lettura dell’artista eccezionalmente introdotte dal direttore del Museo Marco Pierini.

 

Roberto Paci Dalò – disegnatore e artista visivo, compositore, musicista, autore e regista – guida il gruppo Giardini Pensili co-fondato nel 1985. Il suo lavoro ha ricevuto la stima e il sostegno di artisti come Aleksandr Sokurov e John Cage. Presenta il suo lavoro in giro per il mondo in musei, festival e teatri. Ha ricevuto nel 2015 il Premio Napoli per la lingua e la cultura italiana.
Membro di Internationale Heiner Müller Gesellschaft, insegna Interaction Design presso Unirsm dove ha fondato e dirige Usmaradio. Tra le sue pubblicazioni:  Filmnero  (Marsèll, 2016),  1915 The Armenian Files  (Marsèll, 2015),  Ye Shanghai  (Marsèll, 2014),  Storie di lupi e lepri  (Hde, 2009),  Millesuoni. Deleuze, Guattari e la musica elettronica  (con Emanuele Quinz, Cronopio, 2006),  Pneuma. Giardini pensili: un paesaggio sonoro  (Teatro di Monfalcone, 2005),  Many Many Voices  (Edel, 1995).

 

 

Partecipazione libera fino a esaurimento posti. 

Informazioni: Tel. 075.58668436; gan-umb@beniculturali.it; Biglietteria/Bookshop: Tel. 075.5721009; gnu@sistemamuseo.it;